Archivi tag: diritti gay

Nigeria – Il pugno di ferro contro gli omosessuali

20140115-123014.jpgEssere gay in Nigeria è diventato molto, molto più difficile. Basta avere una relazione con un’altra persona dello stesso sesso per beccarsi 14 anni di carcere. Sono queste ed altre le condizioni previste nella nuova e controversa legge firmata qualche giorno fa (ma diffusa solo oggi) dal presidente nigeriano Goodluck Jonathan, secondo cui essa è “il linea con le inclinazioni culturali e religiose della gente”. Ma nel resto del mondo sono in molti a lanciare il grido d’allarme. Continua a leggere Nigeria – Il pugno di ferro contro gli omosessuali

Russia – Soci 2014, le Olimpiadi dei pregiudizi

Quarant’anni fa Bobby Rings, campione di tennis tra gli anni trenta e quaranta, in uno slancio di orgoglio sessista dichiarò che il gioco femminile era così inferiore a quello maschile che anche un cinquantacinquenne come lui sarebbe stato in grado di battere una primatista di trent’anni più giovane senza troppi problemi. 

La diretta interessata di allora, Billie Jeane King – già vincitrice di svariati tornei Wimbleton e U.S. Open – accettò allora la sfida che sarebbe stata ricordata come la ‘Battaglia dei Sessi’ e si sarebbe disputata il 20 settembre 1973 allo Houston Astrodome, in Texas, dove riuscì ad umiliare Rings e le sue assurde convinzioni. Nelle prossime settimane la King rivivrà in qualche modo il brivido di allora mettendo in imbarazzo un altro uomo dalle idee non meno agghiaccianti: il presidente russo Vladimir Putin e la sua politica aspramente omofoba. Continua a leggere Russia – Soci 2014, le Olimpiadi dei pregiudizi

India – Diritti gay, la Corte Suprema riporta le lancette indietro di 150 anni

Alla fine in India ha vinto l’intolleranza. Quattro anni dopo la sentenza dell’Alta Corte di Delhi che aveva aperto la strada verso l’abrogazione dell’articolo 377 del Codice penale. Questa legge che risale all’epoca del dominio britannico e puniva chiunque avesse rapporti omosessuali con ben dieci anni di reclusione o addirittura l’ergastolo, un comportamento che secondo i giudici della capitale non costituiva più reato.

Questo fino a quando la Corte Suprema non ha deciso di far fare marcia indietro al paese, giudicando il verdetto incostituzionale scatenando un enorme delusione tra una comunità gay che in casa non gode certo di un vento favorevole. Continua a leggere India – Diritti gay, la Corte Suprema riporta le lancette indietro di 150 anni

India – Radio Q, la scommessa gay in un subcontinente ostile

Q Radio“Non è molto lontano il giorno in cui non ci saranno più donne da sposare e tutti diventeranno gay”. Le parole del ministro Farooq Abdullah sono molto chiare sulla posizione di un’India dove fino al 2009 l’omosessualità era ancora considerata un reato da perseguire. Eppure oggi arriva un primo importante segnale su come i tempi stiano cambiando anche nel gigante asiatico con la nascita della prima radio rivolta proprio alla comunità gay: radio Q. Continua a leggere India – Radio Q, la scommessa gay in un subcontinente ostile