Archivi tag: diritti donne

Tunisia – La nuova Costituzione, un modello per le democratizzazioni arabe?

20140508-205205.jpg“Fatta la Costituzione, ora bisogna applicarla”. Questa parafrasi della celebre frase di Massimo d’Azeglio sugli italiani citata dall’ex ambasciatore d’Italia in Tunisia, Pietro Benassi, descrive molto bene la situazione del processo costituente in Tunisia, paese che rispetto ai contesti più problematici dell’area sembra aver imboccato una transizione più stabile dalle rivolte del 2010-11.
Può questo apparente successo essere considerato un modello per gli altri paesi arabi? È la domanda principale dell’incontro “La nuova Costituzione in Tunisia: modello per le democratizzazioni arabe” organizzato dall’ISPI e dalla Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. Ospite d’eccezione la Vicepresidente dell’Assemblea costituente tunisina, Meherzia Labidi.

Continua a leggere Tunisia – La nuova Costituzione, un modello per le democratizzazioni arabe?

Nigeria – La tratta delle studentesse

20140430-160533.jpgQuanto può valere la vita di una ragazza? Nella Nigeria piegata dalla corruzione e dalla minaccia Boko Haram il prezzo si aggira intorno ai dieci dollari. Pare assurdo, ma stando alle testimonianze di un capo villaggio locale sarebbe questo il prezzo che i guerriglieri islamisti avrebbero pagato ai rapitori delle oltre duecento studentesse liceali provenienti dal nord-est del paese.
Le ragazze erano state portate via qualche settimana fa nel cuore della notte, ma fino ad oggi le autorità non sono riuscite a trovarle da nessuna parte, uccidendo nel corso delle ricerche anche decine di miliziani del Boko Haram, i quali controllano soprattutto le regioni settentrionali della Nigeria. Le ultime voci sulla loro sorte suonano davvero drammatiche.

Continua a leggere Nigeria – La tratta delle studentesse

Libia – Il balletto tra golpisti e Costituzione

20140220-171802.jpgVenerdì scorso un brivido ha attraversato la Libia, quando il generale Khalifa Haftar è comparso in un filmato per annunciare lo scioglimento della Parlamento e del governo. Per fortuna quello che poteva diventare il golpe di San Valentino si è rivelato effimero come un buco nell’acqua, sebbene ora la Libia debba affrontare una sfida non meno impegnativa.

Continua a leggere Libia – Il balletto tra golpisti e Costituzione

Arabia Saudita – La prima donna al comando di un giornale

20140218-162609.jpgIl 2014 sembra essere un anno particolarmente propizio per le donne saudite. Ad un mese dal primo studio legale aperto nella città di Jeddah da una donna, il regno wahabita vede ora l’ascesa di un altra donna alla guida di un giornale del regno. Quest’ultima si chiama Somayya Jabarti e da pochi giorni è diventata caporedattore del giornale in lingua inglese Saudi Gazette, dove lavora dal 2011 assieme al suo mentore Khaleed al Maeena.

Continua a leggere Arabia Saudita – La prima donna al comando di un giornale

Arabia Saudita – Women2drive, la rivolta delle donne al volante

Women2drive“Guidare fa male alle ovaie e fa nascere bimbi deformi”. È questo il genere di argomentazioni che alcuni leader religiosi sauditi oppongono al diritto delle donne di poter guidare un’auto. Si tratta probabilmente della restrizione più nota al grande pubblico sulla difficile condizione femminile in Arabia Saudita, dove è stata organizzata proprio oggi una manifestazione di massa chiamata Women2drive. In quest’occasione le donne che avranno abbastanza coraggio si metteranno in macchina per girare lungo le strade del paese sfidando una società che in realtà gli deve molto più che la possibilità di essere alla guida. Continua a leggere Arabia Saudita – Women2drive, la rivolta delle donne al volante