Archivi tag: Crimea

Ucraina – La Tana all’incontro GeopEC ‘Il puzzle ucraino’

20140414-174248.jpgDal feudalesimo agli oligarchi, storia di una trappola perenne per un’Ucraina che entra ormai nel suo sesto mese di crisi. Mentre si susseguono le notizie di episodi di violenza tra il governo di Kiev e i ribelli filorussi delle regioni orientali, oggi a Roma si è tenuto un incontro per discutere delle origini e delle incognite future di un passaggio esacerbato dalla collocazione di questo paese.
L’evento faceva parte del Ciclo di Seminari intitolato ‘Quo vadis Europa? Quo vadis America?’ lanciato dall’Osservatorio geopolitico delle élite contemporanee (GeopEC) e dal Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi La Sapienza all’ex caserma Sani a via Principe Amedeo. Nella giornata di oggi hanno partecipato la direttrice di GeopEc, Rita Di Leo, il professor Marco Cilento e il dottorando Claudio Foliti, dottorando su una tesi riguardante proprio le élite ucraine e infine il giornalista del Manifesto, Tommaso Di Francesco.

Continua a leggere Ucraina – La Tana all’incontro GeopEC ‘Il puzzle ucraino’

Ucraina – Crimea, un referendum figlio del caos

20140317-171013.jpg“La Crimea è stata unita all’Ucraina […] senza ascoltare il popolo. Ieri quello stesso popolo ha corretto quell’errore”. A dirlo è un pezzo di storia del Novecento, Mikhail Gorbaciov, ultimo segretario del PCUS che ha giocato un ruolo fondamentale nello scioglimento dell’Unione Sovietica e la fine della guerra fredda. Secondo il premio Nobel per la pace del 1990, la scelta degli abitanti della Crimea non sarebbe di conseguenza una ragione sufficiente per imporre alla Russia delle sanzioni.

Continua a leggere Ucraina – Crimea, un referendum figlio del caos

Ucraina – Guerra di Crimea 2.0

20140303-172014.jpgÈ di nuovo lunedì e, neanche fosse diventato un appuntamento settimanale, mi ritrovo a parlare nuovamente dell’Ucraina. Questo paese in effetti sembra attraversare una nuova crisi in corrispondenza di ogni weekend: prima la rivoluzione che ha abbattuto Yanukovich e adesso la paventata invasione russa a difesa dei suoi connazionali nella penisola di Crimea.
Uno sviluppo del genere rievoca alla mente un’epoca che pensavamo fosse tramontata da lungo tempo, ovvero quella ottocentesca, in cui trova un posto speciale proprio la Russia zarista. Essa per proteggere i suoi correligionari ortodossi era disposta a fomentare nazionalismi o a scendere addirittura in guerra, com’è accaduto in un conflitto che molti hanno ricollegato all’attualità non solo per il luogo comune, ma per le conseguenze che tale evento potrebbe avere nell’ordine internazionale di oggi esattamente come successe 160 anni fa. Continua a leggere Ucraina – Guerra di Crimea 2.0