Archivi categoria: Recensione

Dumbo: la sublime e raffinata ricerca dell’integrazione

Cosa rende Dumbo un film eccezionale? Un film di grande sensibilità e raffinatezza? Tim Burton ritorna alla regia e lo fa con uno dei classici più antichi di casa Disney!

Chi conosce un poco la cinematografia del regista di Burbank sa per certo che la storia di Dumbo sembra essere perfetta per le caratteristiche stilistiche oltre che tematiche dei suoi film: l’emarginazione e i tentativi di integrazione sono infatti da sempre perno centrale del suo credo cinematografico.

E quale storia migliore se non quella di un piccolo elefante nato con delle orecchie gigantesche più simili ad ali? Dumbo è un film che racconta le emozioni di un piccolo emarginato, un “diverso” per la società, deriso per le sue caratteristiche fisiche.

Ma cosa fa volare questo elefante? Le sue enormi orecchie o la sua voglia di tornare dalla sua mamma superando le avversità? La risposta è gia inserita nella domanda: Dumbo vola, riesce a superare tutti i suoi limiti, lo fa grazie all’aiuto di due bambini, gli unici che riescono immediatamente a capire le potenzialità delle sue emozioni guardando in modo più approfondito. Sono infatti quelle a farlo volare, molto più delle sue orecchie.

Il tema del riscatto sociale, dei pericoli della fama e il tema dell’avidità umana che alla fine si ritorce contro coloro i quali ne fanno una regola di vita sono tutti contenuti in questo film. Tim Burton ritorna in maniera egregia con un film divertente, sensibile, attraente per i più piccoli, ma dalle tematiche adatte alla riflessione di un pubblico adulto.  E lo fa attraverso un cast di fedellissimi: un grande Denny De Vito, Michael Keaton ai quali si aggiungono Eva Green e  Colin Farrell.

 

 

 

Creed II: redenzione e rinascita

 

Se a distanza di oltre 40 anni la saga di Rocky Balboa continua ad accendere i cuori di tanti appassionati di ieri e di oggi il motivo essenziale è che il personaggio ideato a Sylvester Stallone incarna alla perfezione le difficoltà, le salite e i percorsi di ognuno di noi. Siamo ormai a l’ultimo capitolo, è infatti nelle sale Creed II, atteso sequel di quel Creed – Nato per Combattere che tanto aveva fatto ben parlare di se nel 2015.  Alla regia Steven Caple Jr. che sostituisce Ryan Coogler.  Continua a leggere Creed II: redenzione e rinascita

Glass: M. Night Shyamalan completa la sua trilogia

In un mondo cinematografico, attualmente dominato e incontrastato dai supereroi, esiste ancora un modo per parlarcene con un metodo introspettivo fuori dal comune: è il caso di Glass, ultimo capitolo della trilogia iniziata nel lontano 2000 con Unbreakable – Il predestinato e poi succesivamente proseguita con Split (2016).

La pellicola rappresenta la chiusura del cerchio e come tutte le trilogie che si rispettino, nel punto conclusivo, torna all’origine della storia.  Avevamo infatti già sentito parlare dell’uomo di vetro nel primo capitolo.  Continua a leggere Glass: M. Night Shyamalan completa la sua trilogia

The Predator

Finalmente! Si dice sia impossibile migliorare e modernizzare un prodotto già perfetto, con The Predator invece assistiamo all’evoluzione più appropriata ed efficace degli ultimi tempi. Remake, reboot hanno di fatto preso il sopravvento in un cinema che forse non sa tenere il confronto con i grandi miti anni ’80 scegliendo così la strada della riscrittura e reinvenzione per stabilire nuove e più facili regole: questo però non è il caso di questo quarto capitolo diretto da Shane Black. Continua a leggere The Predator

Venom: l’antieroe che avremmo voluto nell’MCU

Perché realizzare un film su uno dei personaggi più amati dell’universo Marvel e non inserirlo nella continuità del MCU?

Domanda retorica, lo sappiamo. Sony vuole infatti percorrere una strada tutta sua, la collaborazione con Marvel non contempla (diritti su Spiderman a parte) la condivisione di un universo narrativo ma noi questo Venom l’avremmo proprio visto bene con Spiderman, Capitan America e tutti gli altri. Continua a leggere Venom: l’antieroe che avremmo voluto nell’MCU

Antman and The Wasp: la svolta del Marvel Cinematic Universe

Ci siamo, la fase 3 del Marvel Cinematic Universe entra ufficialmente nella sua trilogia conclusiva. Tre film il cui primo capitolo è Antman and The Wasp (gli altri isono Captain Marvel e Avengers 4 entrambi nel 2019) in arrivo nelle sale a partire dal 14 agosto.

I temi cardine di questo secondo capitolo dedicato all’uomo formica: l’amore ritrovato, la ricerca di se stessi, il regno quantico con i suoi vortici del tempo e la lotta contro i trafficanti di tecnologia. Antman 2 è di fatto un mix di effetti speciali e adrenalina il tutto unito dal solito humor ben mescolato e parte integrante della narrazione.

Attenzione da qui in avanti possibili Spoiler Continua a leggere Antman and The Wasp: la svolta del Marvel Cinematic Universe

Solo – A Star Wars Story

Abbiamo un trascurabile malfunzionamento delle armi ma ti assicuro che va tutto nel migliore dei modi. Stiamo tutti bene qui adesso, tranquillo. Grazie. E tu come stai?” Han Solo.

Arriva nelle sale uno dei prequel più attesi: Solo – A Star Wars Story è finalmente nelle sale.

Leggero, imprevedibile, a tratti incoerente e apparentemente ingenuo Han Solo, qui interpretato da Alden Ehrenreich che eredita la versione giovanile di quello che fu uno d personaggi più famosi interpretati da Harrison Ford, è raccontato come un fan di Star Wars si aspetterebbe. La storia (non entriamo in dettagli e spoiler) è ricca di colpi di scena, molte infatti le avventure che condurranno Han sulla strada di ChewbeccaLando Calrissian. Continua a leggere Solo – A Star Wars Story