Life – Non oltrepassare il limite

Siamo ormai nell’era dei film spaziali 2.0. Niente più gravità artificiale, astronavi che viaggiano tra le stelle o mondi sconosciuti: oggi c’è solo lo spazio, il silenzio e le difficoltà di una vita innaturale dove l’unica cosa che conta è la sopravvivenza.

Tutto questo è Life – Non oltrepassare il limite, diretto da Daniel Espinosa, in uscita oggi al cinema.

Su una stazione scientifica in orbita  intorno alla Terra un probabile organismo prelevato su Marte, che proverebbe l’esistenza di vita extraterrestre, viene analizzato da un èquipe di scienziati.  L’essere dopo qualche tempo si dimostra una macchina per uccidere perfetta mossa da un istinto di conservazione che metterà in serio pericolo tutte le vite a bordo della stazione spaziale.

La pellicola va valutata da diverse angolazioni e su diversi piani: se consideriamo la lotta tra l’alieno e l’umano abbiamo senza ombra di dubbio visto di meglio ma se ci soffermiamo sui dettagli allora siamo di fonte a qualcosa di ben fatto. Tematiche come il realismo riguardo la vita nello spazio (senza un esagerato ricorso a metodi fantascientifici) unito al concetto di sopravvivenza oltre i limiti della natura sono ben strutturate.

Il “mostro” non sembra mosso da una palese malvagità ma solo dall’accecante spinta della sopravvivenza. Riuscire a farcela in condizioni estreme è un punto fermo sia per gli umani sia per l’alieno che a differenza dello Xenomorfo di Ridley Scott sembra aver maggiormente chiaro il suo obiettivo: esistere.

Argomenti meno ancestrali e fantasiosi e più pragmatici, questa la vera forza di questo film.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...