Clafoutis albicocche e pesche

Clafoutis albicocche e pesche
Clafoutis albicocche e pesche

Manco da un po’ sulle pagine virtuali della Tana, è vero, ma sono un’assente giustificata (se siete curiosi leggete qui). Per farmi perdonare vi propongo un dolcetto di origine francese – il clafoutis – che va bene veramente per tutti: celiaci, intolleranti ai latticini, allegici ai lieviti… E’ una torta morbidina, che non va sformata, assolutamente libidinosa mangiata in estate fredda da frigo. Nella sua versione base prevede le ciliegie, farina e latte vaccino, ma non perde assolutamente in gusto e golosità in questa versione.

La ricetta originale è stata pubblicata qui il 15 giugno 2015, allo stesso link potrete scoprire di più sui retroscena della creazione di questa torta.

Buona colazione, buona merenda o buon dessert allora?!?


Ingredienti per 4-8 porzioni:

-2 pesche

-4-5 albicocche

-50 gr cocco rapè

-50 gr semi di papavero

-40 ml sciroppo agave

-3 uova bio

-200 ml latte di cocco

-1/2 bacca di vaniglia (o un cucchiaino di vaniglia già grattuggiata)

 

Procedimento:

Accendete il forno a 180° e fatelo scaldare mentre preparate il vostro dolce. Bagnate un foglio di carta da forno, strizzatelo, foderate una teglia e infornatela per qualche minuto in modo da far asciugare la carta da forno, ma non scaldare troppo la teglia.

Occupatevi ora della frutta: lavatela e tagliatela a spicchi o a tocchetti e mettetela da parte. In una ciotola mescolate i semini della bacca di vaniglia al cocco rapè e ai semini di papavero. In un altra ciotola sbattete leggermente uova e sciroppo d’agave, non serve montarle, ma dovrete ottenere un composto chiaro.

Aggiungete alle uova il latte di cocco e poi gli ingredienti secchi e mescolate bene la pastella ottenuta.

Disponete ora – in maniera più o meno artistica – la frutta nella teglia e versate l’impasto sulla frutta. Infornate per 50-60 minuti nel forno già caldo a 180°.

 

L’idea in più:

Niente semini di papavero? Usate solo cocco rapè oppure sostituiteli con la farina di mandorle.

Non amate il cocco? Usate la farina di mandorle e i semini di papaver (o solo farina di mandorle).

Il latte di cocco è finito? Usate quello di mandorla senza zuccheri e oli aggiunti.

Serviteli come fine pasto in delle cocotte di ceramica mono porzione, magari con una punta di panna montata di cocco o vaccina.

Usate la frutta che più amate (o quella che soggiorna da più tempo nel vostro frigo). Qualche abbinamento goloso? Ciliegie, farina e latte di mandorla e qualche pezzetto di cioccolato fondente; cocco (farina e latte), fragole e zenzero; pere e mandorle (farina e latte); mango e papaia con farina e latte di cocco.

Volete aggiungere un tocco croccante? Aggiungete delle lamelle di mandorle in superficie.

 

2 pensieri riguardo “Clafoutis albicocche e pesche”

    1. Contenta che ti sia piaciuta! Facci sapere se la provi e se ti piace. Se poi ti va, scatta una foto del tuo Clafoutis e postala sulla pagina Facebook della Tana di Atlante o di Moretto’s Chefs, il mio blog di cucina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...