Capodanno a Parigi: cosa visitare in quattro giorni

NDPUna delle capitali più romantiche e suggestive d’Europa è sicuramente Parigi: città d’arte e della cultura, del piacere, del divertimento, dell’amore e dello shopping. Se si ha la possibilità di scegliere, il periodo migliore per visitare la capitale francese è quello natalizio, in cui si può godere a pieno della magia del Natale e delle atmosfere surreali e incantevoli che solo le festività natalizie sanno regalare. Se avete deciso di concedervi un romantico e breve soggiorno nella più visitata città francese e avete soltanto pochi giorni a disposizione, stiliamo un elenco delle attrazioni da non perdere. Una tappa decisamente importante è a Montmartre, considerato nell’Ottocento il quartiere più frequentato dagli artisti “maledetti”: Van Gogh, Picasso, Pisarro e Modigliani. La visita per Parigi prosegue al Museo del Louvre, dove non mancheranno migliaia di turisti giapponesi fare a gara per scattare una foto alla Gioconda, ma è solo una delle 380.000 opere d’arte che si possono ammirare nel tempio dell’arte parigino. Tra i capolavori conservati si trovano: la Venere delle Rocce di Leonardo da Vinci, la Nike di Samotracia, la Venere di Milo e tante altre. Da visitare anche il Museo D’Orsay, che conserva la migliore produzione artistica dell’impressionismo e del post-impressionismo: Manet, Pissarro, Monet, Cézanne, Gauguin.

TEIl monumento più celebre di Parigi è sicuramente la Tour Eiffel, simbolo in assoluto della ville lumière, ultimata il 31 marzo 1889, è costruita con ben 18.038 pezzi di metallo e alta con la sua antenna 324 metri. Se volete raggiungere la cima della torre avrete due alternative: salire i 1665 scalini oppure prendere i due affollatissimi ascensori trasparenti. Nel tardo pomeriggio si può passeggiare lungo gli Champs Elysées, da Rue Montaigne dove si trovano le boutiques dei più prestigiosi stilisti francesi e internazionali e da dove si può vedere l’Arc de Triomphe. Un’intera giornata si può dedicare alla visita dell’Ile de la Citè, l’isola storica al centro della Senna e considerata il centro storico e spirituale della capitale francese. L’Ile de la Cité ospita il Quartiere latino dove si può rimanere fino all’orario di cena e mangiare in un ristorante tipico brasiliano. Nel cuore di Parigi si trovano alcuni tra i principali monumenti della città: la maestosa cattedrale gotica di Notre-Dame, che custodisce alcune delle reliquie più importanti della cristianità e per finire una tappa alla Sainte Chapelle.

Per i più appassionati di storia è obbligatoria una gita fuori porta alla Reggia di Versailles nata in onore di Luigi XIV, soprannominato il Re Sole. Per gli amanti dei mercatini vintage e per gli appassionati di antiquariato consigliamo di fare un salto al mercato delle pulci Saint Ouen dove si possono fare grandi affari. Il mercato si svolge tre giorni alla settimana: il sabato, la domenica e il lunedì dalle 9.30 alle 18.30. I più curiosi sapranno che si trova proprio a Parigi, il cimitero di Père – Lachaise dove sono sepolti alcuni tra i personaggi più famosi al mondo, come Jim Morrison, Balzac, Oscar Wilde, Marcel Proust e Chopin. Le mani esperte di Play Go Viaggi consigliano di fermarsi a cena in una tipica brasserie parigina, magari a Montparnasse e ordinare un tagliere di formaggi accompagnato da un buon bicchiere di vino esclusivamente francese. Piatti tipici parigini sono: il bue marinato nel vino (boeuf alla bourguignonne) e il coq au vin (il galletto al vino), simbolo della cucina nazionale.

Fonte Play Go Viaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...