Nigeria – Tutti per uno contro Boko Haram

Abubakar Shekau10.000 morti in cinque anni, centinaia di rapimenti e decine di villaggi in preda ad un terrore che sembra non conoscere confini. Ora per schiacciare il Boko Haram gli stati africani coinvolti da questa minaccia hanno deciso di unire le forze. Se tutto andrà bene l’esercito interafricano che combatterà i jihadisti nigeriani sarà operativo dal prossimo novembre e conterà anche su un apposito quartier generale. Questo è almeno quanto hanno deciso i governi di Nigeria, Niger, Benin, Camerun e Ciad nell’incontro che si è tenuto questa settimana nella capitale nigerina Niamey.
La decisione arriva dopo mesi di colloqui, durante i quali il presidente del Niger Mahamadou Issouparo ha usato parole forti nel descrivere il pericolo comune come un attentato “alla sopravvivenza dei nostri paesi”. Lo scorso maggio davanti al presidente francese François Hollande a Parigi gli stessi stati africani avevano già avviato una forma di cooperazione a livello d’intelligence, seguita a luglio da un primo schieramento di circa 700 soldati preposti a combattere i terroristi che imperversano soprattutto nel nord a maggioranza musulmana della Nigeria.
Gli sforzi fatti finora tuttavia non sembrano aver colto i risultati sperati, perché il Boko Haram non solo ha conquistato nuovi villaggi nel nord-est del paese, ma ha intensificato gli sconfinamenti nel vicino Camerun , il cui esercito ha ucciso decine di miliziani, che si sono poi vendicati sparando dei razzi nella città camerunense di Amchidé, causando la morte di almeno otto civili e molti più feriti.
Ad accrescere il caos che sta accompagnando il teatro di guerra contro i terroristi ci pensa la confusa sorte del loro capo, Abubakar Shekau, che si diceva fosse caduto in combattimento contro le truppe del Camerun, salvo smentire la sua fine con un filmato in cui rincara la dose di minacce contro i suoi nemici. È la terza volta che Shekaku ‘torna in vita’ dopo essere stato dato per morto, una dinamica che sta indubbiamente esaltando agli occhi dei seguaci il mito di un leader in apparenza invincibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...