Ucraina – Rivoluzione in corso

20140224-122730.jpgÈ stato un weekend decisivo per l’Ucraina, con i media che si trovavano nella paradossale situazione di stare appena commentando l’accordo raggiunto tra Viktor Yanukovich e l’opposizione, mentre le agenzie iniziavano a riportare le notizie sull’improvvisa fuga del presidente e la conquista definitiva della capitale da parte dei manifestanti.
In soli due giorni un potere che, nonostante l’imbarazzo dovuto alla piega degli eventi, dava l’impressione di essere ancora in grado di reggere l’urto, si è dissolto con una velocità sorprendente davanti ad una protesta che aveva guadagnato ormai troppo terreno. Nell’Ucraina di oggi uscita dalla rivoluzione è cambiato praticamente tutto, tranne forse alcuni problemi che se non venissero affrontati con la giusta misura metterebbero a repentaglio la sua stessa integrità territoriale.

Continua a leggere Ucraina – Rivoluzione in corso

Lo sguardo di Satana – Carrie, nostalgia dell’originale

carrie2La stagione deludente dei remake continua. Dopo Nightmare, Venerdì 13 e Halloween è la volta di Carrie – Lo sguardo di Satana, diretto da Kimberly Peirce.

Tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, il film, che nel 1976 fu diretto da Brian De Palma (interpretato da una sconvolgente e straordinaria Sissy Spacek), vede come protagonista la giovanissima e promettente Chloë Grace Moretz (Hugo Cabret, Dark Shadows) nei panni della sfortunata quanto letale Carrie White. Continua a leggere Lo sguardo di Satana – Carrie, nostalgia dell’originale

Il Grande Match: Stallone vs De Niro

matchIl cinema che fa emozionare è quello fatto con il cuore, quello che regala emozioni senza tempo con volti senza tempo, è quello che ci offre la possibilità di vivere l’illusione dell’immortalità.

Questo è quello che trasmette Il Grande Match nuovo film interpretato da Robert De Niro e Sylvester Stallone uscito nelle sale il 9 gennaio.

Diretto da Peter Segal il film racconta di due pugili in età avanzata che decidono di sfidarsi un’ultima volta. Billy “The Kid” McDonnen (De Niro) e Henry “Razor” Sharp (Stallone) dopo anni di odio e rancori per vicende personali decidono di risalire sul ring per l’incontro decisivo. Ma ai guai sportivi causati dalla loro lunga inattività si aggiungeranno le problematiche della vita, il vero nemico da abbattere… Continua a leggere Il Grande Match: Stallone vs De Niro

Somalia – Nessuno al sicuro

20140221-170950.jpgQuesta mattina il gruppo terrorista al Shabaab ha lanciato contro il governo somalo un messaggio che nessuno si sarebbe mai potuto aspettare da quando i suoi miliziani si sono ritirati da Mogadiscio nell’agosto 2011. E lo ha fatto attaccando direttamente Villa Somalia, il palazzo-fortino presidenziale dove risiede l’attuale capo di Stato Hassan Sheikh Mohamud. L’azione è stata a dir poco spettacolare: all’inizio c’è stata una sparatoria che serviva a coprire l’arrivo di un’autobomba, la cui esplosione è servita a demolire le fortificazioni esterne per consentire ai combattenti di entrare nel compound e proseguire la battaglia contro le restanti forze di sicurezza. Quest’assalto, il primo in assoluto contro Villa Somalia dall’inizio delle ostilità, è servito principalmente a dimostrare al presidente Mohamud che la guerra tra lui e i jihadisti è tutt’altro che conclusa.

Continua a leggere Somalia – Nessuno al sicuro

Frankenweenie: un ritorno alle origini

frankenweenie2Quando lo concepì originariamente lo pensò così, in Stop-Motion, ma a causa dei limiti imposti a quel tempo dal denaro da investire ne fece un cortometraggio in live action.

Victor Frankenstein, un bambino apparentemente spaesato e introverso riporta in vita il suo compagno di giochi Sparky, un graziosissimo bull terrier devoto e affettuoso che muore accidentalmente investito da un’auto. Questo importante esperimento e la scoperta dell’immortalità attrarrà un gruppo di compagni di classe che tra sgomento, spavento e curiosità cercheranno di imitare il visionario genietto… ma il risultato non sarà così mostruosamente positivo.

L’energia, l’entusiasmo di Sparky in contrapposizione all’avidità e al banale conformismo: tutto questo è Franknenweenie, un clamoroso percorso all’indietro che Tim Burton fa compiendo un viaggio alle origini della sua creatività. Innanzitutto una tecnica a lui congeniale fatta di modellini e ricostruzioni in studio attraverso la quale si può sperimentare realmente la “creazione” della vita stessa. Continua a leggere Frankenweenie: un ritorno alle origini

12 anni schiavo: il capolavoro di Steven Rodney McQueen, Chiwetel Ejiofor e Michael Fassbender

12 anni schiavoSolomon si aggrappa alla convinzione che la schiavitù sia qualcosa di talmente immorale che è impossibile che duri per sempre” Chiwetel Ejiofor.

12 anni schiavo è la storia di Solomon Northup. Da oggi al cinema.

Negli anni precedenti la guerra civile americana, Solomon Northup (Chiwetel Ejiofor), un nero nato libero che vive con la sua famiglia nel nord di New York, viene rapito e venduto come schiavo. Cercando ogni giorno di sopravvivere ad atroci barbarie resisterà, vivendo dodici terribili anni di prigionia. Ma un giorno, nel gennaio 1853, un incontro inatteso cambierà tutta la sua vita, la speranza di poter tornare a casa non sarà più soltanto un sogno… Continua a leggere 12 anni schiavo: il capolavoro di Steven Rodney McQueen, Chiwetel Ejiofor e Michael Fassbender

Libia – Il balletto tra golpisti e Costituzione

20140220-171802.jpgVenerdì scorso un brivido ha attraversato la Libia, quando il generale Khalifa Haftar è comparso in un filmato per annunciare lo scioglimento della Parlamento e del governo. Per fortuna quello che poteva diventare il golpe di San Valentino si è rivelato effimero come un buco nell’acqua, sebbene ora la Libia debba affrontare una sfida non meno impegnativa.

Continua a leggere Libia – Il balletto tra golpisti e Costituzione

Ucraina – Svoboda, il lato oscuro della protesta

20140219-172713.jpgIeri la guerra tra piazza Maidan e il presidente Yanukovich ha raggiunto il punto più sanguinoso dall’inizio della protesta a novembre. Nel momento in cui vi scrivo si parla di oltre venti morti tra forze di polizia e manifestanti, mentre sugli schermi si susseguono le immagini di una Kiev devastata da settimane di battaglia. Gli Stati Uniti e l’Europa, dove spicca l’accesa indignazione della Germania, condannano severamente la repressione di Yanukovich e si preparano a studiare un pacchetto di sanzioni.
Una parte della violenza scatenata nelle strade della capitale è sicuramente dovuta all’eccessiva brutalità delle forze di sicurezza, specialmente le temibili unità antisommossa Berkut, di cui abbiamo già avuto modo di parlare qualche tempo fa. C’è però un altro responsabile di cui si è parlato molto poco, forse perché nel farlo si teme di delegittimare la causa di tutto lo schieramento anti-Yanukovich.

Continua a leggere Ucraina – Svoboda, il lato oscuro della protesta

Il Cinema Ritrovato: Dial M for Murder di Alfred Hitchcock

delitto perfettoCredi davvero nel delitto perfetto? Certo, ma nei libri. Penso che saprei idearne uno meglio di chiunque altro ma dubito che riuscirei a portarlo a termine. Nei romanzi le cose vanno come l’autore vuole che vadano ma nella vita no, mai…” puoi vederlo e rivederlo ma Il Delitto Perfetto di Alfred Hitchcock altro non è che la dimostrazione di questa convinzione.

Pensato e riproposto in 3D dopo un’attenta opera di restauro nell’ambito dell’iniziativa il Cinema Ritrovato: classici restaurati in prima visione, questa pellicola del 1954 è una delle opere più splendide e significative del maestro della suspense. Continua a leggere Il Cinema Ritrovato: Dial M for Murder di Alfred Hitchcock

Arabia Saudita – La prima donna al comando di un giornale

20140218-162609.jpgIl 2014 sembra essere un anno particolarmente propizio per le donne saudite. Ad un mese dal primo studio legale aperto nella città di Jeddah da una donna, il regno wahabita vede ora l’ascesa di un altra donna alla guida di un giornale del regno. Quest’ultima si chiama Somayya Jabarti e da pochi giorni è diventata caporedattore del giornale in lingua inglese Saudi Gazette, dove lavora dal 2011 assieme al suo mentore Khaleed al Maeena.

Continua a leggere Arabia Saudita – La prima donna al comando di un giornale