Dumbo: la sublime e raffinata ricerca dell’integrazione

Cosa rende Dumbo un film eccezionale? Un film di grande sensibilità e raffinatezza? Tim Burton ritorna alla regia e lo fa con uno dei classici più antichi di casa Disney!

Chi conosce un poco la cinematografia del regista di Burbank sa per certo che la storia di Dumbo sembra essere perfetta per le caratteristiche stilistiche oltre che tematiche dei suoi film: l’emarginazione e i tentativi di integrazione sono infatti da sempre perno centrale del suo credo cinematografico.

E quale storia migliore se non quella di un piccolo elefante nato con delle orecchie gigantesche più simili ad ali? Dumbo è un film che racconta le emozioni di un piccolo emarginato, un “diverso” per la società, deriso per le sue caratteristiche fisiche.

Ma cosa fa volare questo elefante? Le sue enormi orecchie o la sua voglia di tornare dalla sua mamma superando le avversità? La risposta è gia inserita nella domanda: Dumbo vola, riesce a superare tutti i suoi limiti, lo fa grazie all’aiuto di due bambini, gli unici che riescono immediatamente a capire le potenzialità delle sue emozioni guardando in modo più approfondito. Sono infatti quelle a farlo volare, molto più delle sue orecchie.

Il tema del riscatto sociale, dei pericoli della fama e il tema dell’avidità umana che alla fine si ritorce contro coloro i quali ne fanno una regola di vita sono tutti contenuti in questo film. Tim Burton ritorna in maniera egregia con un film divertente, sensibile, attraente per i più piccoli, ma dalle tematiche adatte alla riflessione di un pubblico adulto.  E lo fa attraverso un cast di fedellissimi: un grande Denny De Vito, Michael Keaton ai quali si aggiungono Eva Green e  Colin Farrell.

 

 

 

Creed II: redenzione e rinascita

 

Se a distanza di oltre 40 anni la saga di Rocky Balboa continua ad accendere i cuori di tanti appassionati di ieri e di oggi il motivo essenziale è che il personaggio ideato a Sylvester Stallone incarna alla perfezione le difficoltà, le salite e i percorsi di ognuno di noi. Siamo ormai a l’ultimo capitolo, è infatti nelle sale Creed II, atteso sequel di quel Creed – Nato per Combattere che tanto aveva fatto ben parlare di se nel 2015.  Alla regia Steven Caple Jr. che sostituisce Ryan Coogler.  Continua a leggere Creed II: redenzione e rinascita

Curiosi dei nuovi mondi, lontani dalle facili scorciatoie perché la vita risplende proprio nella sua complessità